Bibliomanie.it

N. 9 Aprile/Giugno 2007

 

SAGGI E STUDI

Antisemitismo di Lorenzo Tinti

La Storia dell’antisemitismo di Léon Poliakov, nell’edizione italiana più recente (Firenze 1990), si articola in quattro volumi per un complesso di circa millecinquecento pagine a stampa e analizza un segmento cronologico che dai tempi di Cristo si estende fino al fatidico 1933, anno della salita al potere in Germania di Adolf Hitler...

Antisemitismo all'italiana di Stefano Arieti

Un fenomeno così complesso come quello dell’antisemitismo in Italia richiederebbe ben più ampio spazio di quello disponibile in un volume miscellaneo sui problemi che nel secolo scorso hanno contrassegnato la storia d’Italia. Mi limiterò, quindi, a focalizzare alcuni punti della tematica...

Sull'etica di Vauvenargues di Riccardo Campi

La breve vita di Luc de Clapiers, marchese di Vauvenargues, offre tutti gli elementi per trarne un’agiografia edificante e patetica: la nascita aristocratica nel 1715 a Aix-en-Provence, un padre magistrato, severo...   

Vittorio Sereni e Roberto Roversi di Jean Robay

Su Vittorio Sereni pochi dubbi sembrano possibili, che pure ci sono, per me incomprensibili. Sereni è per me la coscienza del nostro tempo, che pure – la sua voce umana e viva – tace da oltre vent’anni. Una coscienza e una voce che si rifacevano a Ungaretti e a Montale...

NOTE E RIFLESSIONI

De senectute di Roberto Roversi

Alta età” è una bella definizione. Bella e piena… anche vera certamente, però a me fa venire le vertigini… le vertigini del tempo, le vertigini dell’altezza eccetera… come essere già seduti sopra una nube. Per mio uso preferisco “età grande”, “l’età grande”, con la convinzione di riferirmi al sentimento più emiliano...

Pietro Bubani,il  botanicus peregrinator di Ezio Raimondi

Gli anniversari, quando sono pensati con conveniente spirito critico, non corrispondono soltanto a un rito commemorativo dovuto, ma anche a un atto preciso di conoscenza, aprono una finestra sul passato, restituiscono ai suoi fantasmi una voce e un calore riflesso...

Cultura e società a Bologna di Davide Monda

Sono persuaso che l’unica vera ragione per cui io – uno fra i tanti studiosi della letteratura e delle idee che aspirano a spaziare, più o meno credibilmente, dal Rinascimento al Romanticismo – meriti d’essere ascoltato su questo argomento risieda nella mia (quasi) ventennale collaborazione ed amicizia con Roberto Roversi ed Ezio Raimondi...

Il nesso fra liturgia e poesia nel Manzoni di Alessandro Manzani

Non è una novità per me soffermarmi a riflettere sulla Liturgia ed in particolare sulla bellezza e solennità del Rito Ambrosiano, come non è qualcosa di nuovo presentare all’attenzione del lettore qualche piccola nota su Alessandro Manzoni...

Stalle d'Augia dell'Accademia di Matteo Veronesi

Due libri recenti, Lacchè, fighette e dottorandi di Maurizio Makovec e Candido o del porcile dell’Università italiana. Storia vera di un cervello senza padrino (Limina) di Ernesto Parlachiaro – eloquente pseudonimo, quest’ultimo, dietro cui si cela prudentemente un noto studioso di filosofia...

Sulla crisi di governo di Lia Corezzola

Tangentopoli ci ha insegnato la cultura del sospetto. Non ci chiediamo più se la classe politica sia corrotta, ma quanto; non temiamo più la lottizzazione, cerchiamo di individuarla...

I cent'anni di Gabriel Garcia Marquez di Marilù Oliva

Uno dei libri più belli che mi sia mai capitato di leggere, volle impressa questa frase sulla fascia di copertina del capolavoro di Márquez, Giangiacomo Feltrinelli, quando la sua casa editrice ne pubblicò la prima uscita in Italia...

DIDACTICA

I demoni creativi di Flaubert di Davide Monda

Gustave Flaubert costituisce certamente una delle figure determinanti nella storia del romanzo moderno: è un fatto che ben cinque dei sei libri ch’egli pubblica in vita sono diventati classici imprescindibili per ogni biblioteca e, soprattutto, per la “biblioteca mentale” di ogni studioso di cose letterarie.

Machiavelli di Francesco De Sanctis (a cura di Massimiliano Lacertosa)

Dicesi che Machiavelli fosse in Roma quando nel 1515 uscì in luce l'Orlando Furioso...

Immagini della notte nella civiltà letteraria occidentale di Lisa Calza

All’interno di un’attività didattica, il “notturno”  si presta a molteplici modalità di trattazione; collegamenti interdisciplinari e approfondimenti possono permettere, inoltre, un discorso più ampio, di taglio pluriennale, che accompagni la classe a cui ci si rivolge attraverso gli anni.

 Recensioni e letture

Piero Boitani, Sulle orme di Ulisse di Tommaso Bola

Scrive Aristotele nella Poetica: «Il migliore fra tutti è il riconoscimento che nasce dalla vicenda stessa, perché il colpo giunge attraverso uno sviluppo naturale dei fatti». Questo passo (evocato nel libro di Boitani) ci illumina sull’intero obiettivo di questo avvincente volume...

Gianmaria Zamagni, La teologia delle religioni di Hans Küng di Federico Guardo

Il volume costituisce uno sguardo, circoscritto quanto chiaro, sull’itinerario intellettuale di Hans Küng, con una particolare attenzione per quel fil rouge che conduce il teologo di Sursee dal tema della salvezza dei non cristiani – da lui trattato nel 1964 – al secondo Parlamento delle religioni mondiali...

René Crevel, Babilonia di Magda Indiveri

Un intellettuale che riserva parecchie sorprese, René  Crevel. Surrealista della prima ora, firmò con Breton il Manifesto del 1924; frequentava i salotti letterari di Parigi e  partecipava alle sedute ipnotiche del gruppo...

Maurizio Bettini, Luigi Spina, Il mito delle sirene di Magda Indiveri

“Torniamo a riassumerci sempre in un mito antico” ci aveva avvertito Elias Canetti nei suoi aforismi: il mito è nelle nostre midolla, lo respiriamo oltre che sognarlo e ad esso conformiamo le nostre opere...

Narrare

I giorni di Salvatore Jemma

Dopo un lungo andare Sal ritornò, tornò sui proprî passi, fece ritorno contandoli uno ad uno, si soffermò su alcuni, i più rilevanti, forse i più pesanti, cercò di capire, qualcuno era stato più difficile, duro come il molibdeno...

Il cortile di Fabia Zanasi

Il vasto palazzone ubicato nella prima periferia della città, rivestito in pietra vista, solido e ben costruito, presentava una particolarità molto allettante per i suoi abitanti, in maggioranza giovani impiegati e operai: un grande cortile completamente recintato e chiuso da un alto cancello di ferro..

Marocco di Stefano Fenara

Sono pronto da ore. La casa piegata ai miei voleri lo è anch’essa. Nelle stanze si respira un’aria d’ordine più che di partenza, di attesa più che d’abbandono, come se tutto fosse approntato per facilitarne una convalescenza a venire. Dopo tanto non partire attutisco l’impatto applicando sistemi difensivi adeguati.

POETANDO

Canti di Casalecchio di Federico Cinti

Poesie di Maria Teresa Urbanelli

Scelta di poesie (2007) di Luca G.Pappalardo

 

SCHEDE E PUBBLICAZIONI RICEVUTE

Nuovo planetario italiano a cura di A.Gnisci (C.C.)

Ch. Simmons Acqua di mare (M.I.)

M. Veronesi (a cura di) Luigi Orsini tra letteratura, musica e arte (M.I.)

 

                                    Bibliomanie.it